AD OGNUNO IL SUO PASSO – Grotte di Pertosa-Auletta – G.S. CAI SA

Il Gruppo Speleologico della sezione di Salerno del Club Alpino Italiano già nel 2017 e nel 2018 si è reso promotore di questa manifestazione in Campania presso le grotte di Pertosa –Auletta con la partecipazione di oltre trenta persone con disabilità di vario genere ed il coinvolgimento di numerosi speleologi come accompagnatori esperti.

Quest’anno la nostra attenzione sarà rivolta ad ogni forma di disabilità: fisica, motoria e psichica. Quest’anno infatti abbiamo pensato di coinvolgere in questa esperienza, per la prima volta, anche persone affette da disturbi dello spettro autistico e sindrome di asperger. In montagna vige una regola sacrosanta: “ il più lento detta l’andatura del gruppo!” Non esistono gare, non ci sono premi all’arrivo. L’obiettivo non è raggiungere la cima ma portare a termine il percorso tutti insieme. La manifestazione si intitolerà “AD OGNUNO IL SUO PASSO” e sarà incentrata sul tentativo di dimostrare che la bellezza della natura non conosce barriere e se si superano gli ostacoli dentro di noi si può raggiungere l’OBIETTIVO.. qualcuno arriverà prima altri dopo ..ciascuno con il suo passo!

L’evento è programmato per domenica 15 settembre 2019 con inizio alle ore 9,30 presso le Grotte di PERTOSA-AULETTA, e prevederà in linea di massima la partecipazione di almeno venti persone diversamente abili, accompagnate da uno o due familiari, ciascuno dei quali avrà l’assistenza di due o più volontari speleologi, a seconda del grado di disabilità e delle sue difficoltà.

L’evento sarà completamente gratuito per i partecipanti e un loro accompagnatore mentre tutti gli altri, volontari compresi, si autotasseranno pagando un contributo di € 5,00 ciascuno che servirà a coprire piccole spese. La manifestazione si concluderà con un pranzo offerto dall’organizzazione e preparato da Andrea della P.C. di Caggiano: cuoco per passione!

Per ogni informazione compila il modulo seguente!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Diversamente speleo. Oltre i confini, senza barriere.

Diversamente speleo. Oltre i confini, senza barriere

di Francesca Pasconcino

Sapresti immaginare un luogo che sfida le barriere architettoniche, che le supera, che le sconfigge?

Diversamente Speleo lo ha fatto. Ha trasformato una difficoltà in un sogno grazie all’unione delle associazioni speleologiche italiane che hanno preso l’impegno di rendere accessibili le grotte naturali anche a persone diversamente abili. Come? Basta una barella attrezzata, la volontà giusta, l’aiuto di persone che per passione hanno sfidato buio, umido e difficoltà naturali e il gioco è fatto. Una piena dimostrazione che anche il luogo più angusto può essere reso accessibile se lo si vuole ed un grande schiaffo morale a tutti gli impedimenti che ancora persistono in superficie.
Il progetto nasce circa tre anni fa col patrocinio della Società Speleologica Italiana ed è già alla terza edizione nel 2014. Nei mesi di Maggio, Giugno e Luglio l’iniziativa si estenderà in diverse regioni della penisola per accompagnare le persone diversamente abili nelle cavità naturali e sperimentare così un nuovo percorso all’insegna delle bellezze ” nascoste” che ci regala la natura.

Manca però un’ultima barriera da abbattere: ciascuna barella utile al trasporto dei diversamente abili ha un costo di 1500,00 euro. Allora che fare? Diversamente Speleo trova una soluzione anche per questo, organizzando una serata di raccolta fondi alla Galleria Borbonica dell’Associazione Borbonica Sotterranea di Napoli.

Il giorno 4 MAGGIO, dalle ore 19:30 fino alle 23:30, con ingresso a Via Domenico Morelli all’interno dell’omonimo parcheggio, zona Piazza Vittoria, vi sarà la possibilità di prendere parte a una serata ricca di eventi. Con la quota di 15,00 euro,che sarà interamente devoluta all’acquisto delle barelle, potrete accedere alla visita guidata teatralizzata ” Sub Urbe- Emozioni sottovoce” di NarteA alle ore 19:30 e alle ore 21:00, un modo innovativo di coinvolgere il pubblico nella storia passata della città del Sole. A seguire, sorseggerete un ottimo calice di vino offerto da Cantine Rea e sarete avvolti dalla piacevole atmosfera della musica jazz con il concerto del ” Quartetto Acustico”. E non finisce qui, Diversamente Speleo ha pensato proprio a tutto: sarà allestita una mostra fotografica del fotografo Pasquale Sanseverino che vi presenterà una Napoli visita nel più suggestivo dei modi, ed uno stand di oggettistica in vario genere di Hinao Creazioni ad opera della creativa Concetta Di Lillo, che ha trasformato il riciclo in una vera e propria arte nuova, originale e costantemente alla moda. Sarà possibile quindi contribuire ulteriormente con l’acquisto delle opere in mostra e dei bellissimi lavori di Hinao.

Ci teniamo a ricordare che la prenotazione è obbligatoria ai seguenti numeri: 081.7645808 / 366.2484151.

Una serata davvero…. Diversa. Alla quale siamo tutti piacevolmente chiamati a partecipare per l’importanza del progetto.

Riunione Stimigliano

Domenica 24 novembre il “cuore pulsante” di Diversamente Speleo (i fondatori e coordinatori) si è riunito a Stimigliano per definire le linee guida e il coordinamento dell’evento 2014.
L’intero mese di giugno sarà dedicato alla spelologia e alla disabilità.
Il convegno di Casola ha avuto una grande risonanza e già da ora diversi gruppi dislocati in tutta Italia ci stanno contattando e stanno iniziando a pensare l’evento nelle proprie regioni.
Abbiamo deciso di organizzare l’Italia in 3 aree: Nord, Centro e Sud. Questo è stato dettato dalla necessità di coordinare le giornate in maniera tale che non si sovrappongano. Abbiamo un problema legato all’esiguità del numero di barelle (per il momento disponiamo di 2 sole barelle) che dovranno “girare” in tutta Italia.
Il centro Italia si ritroverà per Diversamente Speleo 2014 domenica 29 giugno alle grotte di Bellegra, insieme al Lazio e alla Campania.
MI RIVOLGO A TUTTI VOI: qualora foste a conoscenza di barelle dismesse all’interno dei vari corpi del soccorso, si faccia portavoce di questa necessità. I “Diversamente Speleo” (me compresa) vi ringraziano!
Un abbraccio,
Alejandra